A- A A+

  INGIUSTIZIA PERFETTA
 Dal libro di Pino Caruso "Il senso dell’umorismo è l’espressione più alta della serietà"

 

Chi sbaglia, in questa vita, paga; a meno che non sia un magistrato.

157
In Italia, la legge è uguale per tutti. La giustizia no.

158
Ad alcuni giudici la legge dà alla testa come il vino.

159
Una giustizia che sentenzi a decenni dai fatti è sempre ingiusta.

Aforisma correlato
Dal libro

APPARTENGO A UNA GENERAZIONE
CHE DEVE ANCORA NASCERE
di Pino Caruso
123
Una giustizia lenta fa più danni della criminalità.

160
La lentezza della giustizia, in Italia, rende la voce che la definisce una contraddizione in termine.

161
Un giudice ingiusto è un depravato che compie atti contro natura (la natura della legge).
                                                                                                                                              Vedi Nota 1

162
Un giudice ingiusto è un furfante che si serve della legge per tradirla.

163
I cittadini sono tutti uguali davanti alla legge; ma in Italia, non sempre la legge è uguale davanti a tutti cittadini.

164
Un giudice ingiusto andrebbe denunciato dai colleghi per oltraggio alla categoria

165
Un giudice che condanna un innocente, sapendolo innocente, commette un crimine in nome della legge.

166
Un giudice ha un strumento infallibile per non sbagliare: l’inconfutabilità delle prove. Fuori da questo contesto, condannare non è uno errore, è un reato.

167
Nessuno meglio di un magistrato può delegittimare la magistratura. Vedi Nota 2

168
Un magistrato che condanna un innocente, delegittima la magistratura e tradisce quei colleghi che in nome della giustizia hanno sacrificato la loro vita.       

169
Almeno due persone, in Italia, sanno con certezza che un magistrato mi deve delle scuse. lui ed io.

170
In Italia, alcuni giudici non si limitano ad assolvere un colpevole, fanno... di meglio: condannano un innocente. Vedi Nota 3 a piè di pagina.

171Il magistrato è un mestiere pericolosissimo. Per gli altri.

172
Non c’è giustizia a questo mondo. E comincio a temere non ce ne sia nemmeno nell’altro.

Nota 1 Gela, giovane assolto dopo 11 anni di carcere: era stato condannato all'ergastolo per due omicidi (ottobre 2015).

Nota  2 Sconto di pena per il compagno che la massacrò di botte. (05/11/2015)

Nota 3 Il magistrato Cristina Bertotto, non condanna i ladri, condanna il derubato (14/11/2015)

Dal 1989 a oggi, circa 25mila persone sono state incarcerate ingiustamente. Per rimborsarle, lo Stato ha pagato 550 milioni di euro.